Hanno creato un account fake con le mie foto: come posso difendermi?

Per capire se le tue immagini siano state utilizzate per creare un profilo falso, è importante innanzitutto capire cosa sia un account fake.

In particolare, per “account fake” si intendono tutti i profili sui social la cui l’identità dichiarata non corrisponde a quella reale.

Quella degli account fake, ormai, è diventata una vera e propria moda, sebbene gli stessi vengono creati per realizzare diversi scopi:

  • Gli adolescenti, ad esempio, creano di frequente un secondo account per guardare le stories altrui, (spesso del partner o della persona desiderata) senza farsi riconoscere.
  • Altre volte, invece gli account fake vengono usati per compiere azioni illecite, sottraendo furtivamente le foto o le immagini altrui.

Perchè è illegale

Secondo quanto previsto dalla normativa vigente, infatti, usare le foto di qualcuno senza il suo consenso può integrare diversi tipi di illeciti civili, penali e amministrativi:

  • Sostituzione di persona (art. 494 c.p.), se l’immagine rubata è quella del volto di una persona, usata far credere agli altri utenti di essere una persona diversa da quella che in realtà si è.
  • Violazione del diritto d’autore, se l’immagine riguarda uno scatto d’autore dotato di originalità e sia stata rubata per trarne profitto.
  • Violazione della privacy, se si tratta di un’immagine in cui una persona sia stata ritratta senza autorizzazione.
  • Stalking (art. 612 bis c.p.), se il profilo falso viene utilizzato per perseguitare una persona.

Come posso scoprire se le mie foto sono state rubate?

Se sospetti per qualunque motivo che le tue immagini siano state rubate, puoi verificare che il furto sia realmente avvenuto collegandoti gratuitamente ai seguenti siti:

  • Tineye.com: ti basterà caricare l’immagine da controllare nell’apposito spazio “Enter Image Adress”, ed il motore di ricerca ti indicherà tutti i siti in cui è presente la foto.
  • Google Immagini: analogamente a Tineye.com, dovrai semplicemente trascinare l’immagine sulla barra della ricerca e lasciare che il sistema faccia il resto.

Anche i vip nel mirino degli account fake: il caso di Sabrina Nichole 

La venticinquenne ex modella di PlayBoy, attualmente creator su OnlyFans, è stata di recente vittima di furto di identità.

In particolare, le sue foto sono state usare per creare diversi account di catfishing, di cui la giovane influencer è venuta a conoscenza grazie a segnalazioni esterne, oltreché per via dei numerosi messaggi ricevuti da parte di persone che asserivano falsamente di conoscerla.

In un’intervista rilasciata a Vice, Sabrina ha riferito sconvolta che le sue foto venivano usate addirittura a scopo di truffa: “Ho scoperto l’esistenza di una pagina Facebook che si fingeva me, nonostante io non abbia un account FB, che aveva raccolto un gran numero di fan e stava truffando le persone per soldi, facendosi comprare biglietti aerei e cose del genere. Da lì in poi la situazione è degenerata“.

Se ci si accorge che è stato creato un account fake con le proprie foto, che cosa si può fare?

Innanzitutto è fondamentale che tu raccolga quanti più elementi possibili per dimostrare l’illecito subìto seguendo poche e semplici accortezze:

  • Scovare il profilo falso
  • Fare uno screenshot o effettuare la legalizzazione della pagina social o del sito web dove è stata usata la tua immagine 
  • Segnalare il profilo falso al social o al provider del sito 

Come ci si può difendere?

Fortunatamente la legge dispone diversi strumenti di tutela a favore delle vittime di account fake. In particolare, se scopri che le tue foto siano state effettivamente rubate per creare a tua insaputa un profilo falso:

  • Puoi inviare una diffida digitale all’account fake, intimandogli di cessare la condotta illecita
  • Puoi rivolgerti alla Polizia Postale per sporgere denuncia-querela

Puoi ricorrere al Garante della Privacy per ottenere il blocco e la cancellazione dell’account falso e di tutti i dati in esso inseriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *